Film Recensioni

Avengers: Endgame, la chiusura di un cerchio | RECENSIONE

La fine di un viaggio è sempre la più dolorosa, ma anche necessaria.

Part of the journey is the end.

Ci siamo. La fine di un viaggio è sempre la più dolorosa, ma anche necessaria. E dopo 11 anni di film che ci hanno fatto appassionare, divertire e piangere, siamo giunti alla conclusione. La chiusura di un cerchio.

La presente recensione contiene spoiler, non leggete se non avete ancora visto il film!


Nel giro di due anni i Marvel Studios ci hanno regalato due film epocali, pellicole che rimarranno impresse nelle memorie di tutti, anche di chi non è fan dei cinecomics. Ma, mentre Infinity War era un film alla portata di tutti, anche di chi non aveva mai visto un film sugli Avengers, Endgame è stato piuttosto selettivo con i suoi spettatori. Un’autocelebrazione dei Marvel Studios che hanno accompagnato i fan lungo il viale dei ricordi, regalandoci delle nuove prospettive a quelle iconiche scene. Si, perché vedere Peter Quill che balla e canta da solo con il suo walkman è iconico. Per non parlare di tutti quei piccoli particolari che si ricollegano con i film precedenti!

Una pellicola che è anche molto importante cinematograficamente, perché un film così corale non si è mai visto sullo schermo. E l’epicità. Vogliamo parlare dell’epicità? E non mi sto riferendo al fomento della battaglia, no. Avengers: Endgame è un poema epico.  Una battaglia così ben bilanciata, avvincente ed enorme non la si vedeva sugli schermi dai tempi de Il Ritorno del Re!

null

Avengers: Endgame è un film sul dolore, sulla perdita e sulla sconfitta. Sul senso di unione, di squadra. Sì perché quello che la Marvel è sempre riuscita a fare è stato creare un senso di appartenenza, di farci sentire parte di qualcosa di grande, di universale. E con questa pellicola conclusiva ce lo hanno dimostrato più e più volte: con il regista Joe Russo che ha un cameo come personaggio dichiaratamente gay (la scena di Cap America e il suo gruppo di auto-aiuto); con un attentato direttamente alla loro base, il loro rifugio sicuro; con un gruppo di donne pronte a spalleggiarsi; con il lutto e, infine, con un passaggio del testimone. Si perché ora Captain America è un uomo di colore. Avete letto bene: l’eroe simbolo degli Stati Uniti ora è nero. Se questo non è lanciare un messaggio non so cosa sia. E senza cadere nel politicamente corretto. Brava Marvel!

null

Alla fine è stato lui a dover morire. Lui, che nel 2012 era il tipo che non faceva sacrifici. Ha schioccato le dita, rinunciando a una vita ritirata e felice. Il cerchio si è chiuso. Da Iron Man a un altro Iron Man. E dopo ai titoli di coda si sente il suo martello che batte e siamo tutti tornati lì, nel deserto a costruire la Mark 1.

Avengers, uniti!

Un momento degno di nota è stato, ovviamente, Captain America che solleva Mjolnir, il martello di Thor. Ho avuto i brividi, pura emozione! Mi è piaciuta l’idea di approfondire il personaggio di Nebula e il fatto che si percepisca quanto i Vendicatori siano allo sbando. Sono soli, depressi e disperati. Non li avevamo mai visti così, e la mancanza dello SHIELD a guidarli si è fatta sentire. Altra cosa di cui sono grata è il ritorno in primo piano di Occhio di Falco, Avenger spesso sottovalutato e dimenticato. Non per niente è il mio preferito.

Che dire, un film che sicuramente vale la pena di rivedere al cinema, meglio ancora se in sala IMAX. Una pellicola che ci ricorderemo, inclusi i suoi difetti. Anche se, ad essere onesti, poche cose riescono a battere la bellezza del primo Avengers.

Voto: ⭐⭐⭐⭐

E comunque Thor è diventato il Drugo.

Probabilmente avrò altre cose da dire, alla prossima visione!

Annunci

Studentessa di Cinema e newser di professione. Amo il cinema perché è una porta verso infiniti mondi. E poi perché mi permette di mangiare popcorn con una scusa. Vivo un episodio alla volta, come nelle serie tv. Più simile a Jack Torrance che a Jane Austen. Ho un sesto senso, ma non vedo la gente morta.

Un commento su “Avengers: Endgame, la chiusura di un cerchio | RECENSIONE

  1. Pingback: Come Avengers: Endgame influenzerà le serie Disney + – Il Viaggio nella Luna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: