Film News

Deadpool: il creatore finì nei guai perché chiese a Russel Crowe un’audizione

Ricordatevi: mai chiedere a Russel Crowe di fare un provino! Potreste ritrovarvi un bel po' di messaggi sul cellulare...

L’anno scorso, Rob Liefeld ha twittato a Russell Crowe riguardo alla possibilità di un’audizione per il sequel di Deadpool. Ora lo scrittore ha rivelato che questo Tweet lo ha messo nei guai con lo studio

Prima che Josh Brolin venisse scelto come Cable in Deadpool 2, il creatore Rob Liefeld inviò un Tweet chiedendo eccitato a Russell Crowe di chiedere per il ruolo, ma la risposta non fu sicuramente quella che sperava.

Durante un’intervista con Collider, Liefeld ricorda di svegliarsi con una raffica di messaggi arrabbiati la mattina dopo aver postato il Tweet. “Una notte prima di andare a letto, non sapevo che Russell Crowe fosse su Twitter, e ho stupidamente twittato a lui, ma non pensavo che mi avrebbe risposto – e io scrivo ‘Hey Russell, dovresti chiedere per Cable!’ Non è andata molto bene. Mi sono svegliato con Russell Crowe che diceva ‘Chiedere per questo?!’ E il mio manager ha detto ‘Sì, Russell Crowe non chiede per le parti Rob, l’hai insultato!’ E io ero tipo: ‘Mi dispiace! Non hanno ancora scelto Cable, lo stavo solo proponendo!’ E poi squilla il mio telefono, quindi alcune persone della Fox potrebbero o non potrebbero aver urlato contro di me per un’ora.”

Deadpool-2-Josh-Brolin-Cable.jpg

È raro che un attore come Crowe sia obbligato a chiedere per una parte, ma anche tenendo conto di ciò, questa reazione ci sembra un po’ estrema.
In ogni caso, alla fine, le cose andarono a finire quando Brolin accettò la parte e diede quella formidabile interpretazione di Cable in Deadpool 2.
Tutto è bene ciò che finisce bene, no?

Studentessa di critica cinematografica, newser di professione. Amo il cinema perché è una porta verso infiniti mondi. E poi perché mi permette di mangiare pop-corn con una scusa. Vivo un episodio alla volta, come nelle serie tv. Più simile a Jack Torrance che a Jane Austen. Ho un sesto senso, ma non vedo la gente morta. Parlo poco e critico tanto.

Un commento su “Deadpool: il creatore finì nei guai perché chiese a Russel Crowe un’audizione

  1. povero Liefeld xD
    PS: ti sei dimenticata di mettere lo spazioin Liefeldinviò

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: