Film Recensioni

“Mute” di Duncan Jones | Occasione sprecata?

Mute, il film fantascientifico finanziato da Netflix, diretto dal figlio di David Bowie Duncan Jones.

Ritorno alla fantascienza per il regista del bellissimo Moon, ma questa volta con qualche problema.

Netflix e la fantascienza non vanno molto d’accordo, basti pensare al poco riuscito Altered Carbon (non sono riuscita ad andare oltre alla seconda puntata, sorry Netflix!).

Trama: nella Berlino del 2052, il barista muto Leo Beiler è alla ricerca di Naadirah, la sua fidanzata scomparsa nel nulla in circostanze misteriose. La sua ricerca lo porta nelle profondità di una città segnata dall’immigrazione, dove si imbatte in due bizzarri chirurghi americani.

Il soggetto scritto da Jones è ben pensato: due linee di racconto il cui intreccio e punto di contatto creano suspense nello spettatore. Un amish muto del futuro che va alla ricerca della sua fidanzata scomparsa e due disertori americani che lavorano per la malavita russa. Ma per quanto sia interessante vedere come un amish possa sopravvivere in un mondo tecnologico, la sceneggiatura si ferma qui.
Il protagonista viene strapazzato in lungo e in largo, mentre segue degli indizi, ma nulla viene approfondito. La storia resta fluttuante, racchiusa in una bolla di sapone insieme a tutto ciò che c’è di indagabile all’interno del film, per poi scoppiare alla fine. T’ho, questo è il finale. Piaciuto? 

5f44a684a3e180bc3925ccdede54ab8d7b6f5af8.jpg

Viene da chiedersi in quale passaggio della creazione Jones si sia perso perché, dopo un film dal calibro di Moon, la fantascienza deve aver capito cos’è.
E quindi è Netflix che non ha ancora capito che non bastano luci al neon, bordelli con ragazze dai tripli seni e macchine volanti per costruire un buon film fantascientifico?
Mute non è un film di fantascienza, è un’allegoria creata su citazioni di altre opere, con i concetti chiave del genere poco utilizzati o presenti solo per richiamare altri film (Blade Runner in primis, ma è dura non accorgersene).

Tutto sommato la Berlino del futuro non è male (anche se poco sviluppata), con quell’aria vagamente retro, ma c’è un distacco assurdo tra la città e gli altri luoghi: perché il centro commerciale è simile all’OrioCenter? Perché la scena del ponte sembra uscita da The Walking Dead?
Insomma: la fantascienza è stato solo un pretesto? Perché non ha alcun impatto sulla trama, la vicenda poteva benissimo prendere luogo negli anni Venti.

MUTE_Unit_07647f3-e1519594309126-800x445

Persino gli effetti speciali non sembrano all’altezza delle altre produzioni Netflix, ma fortunatamente la regia si salva e vale la pena guardarlo solo per il reparto tecnico.
L’insolito cast è un’altro punto a favore, con una presenza eccezionale di Alexander Skarsgård (Leo), Paul Rudd (Cactus) e Justin Theroux (Duck).

Mute è un’occasione sprecata? Assolutamente sì. Il poco budget che Netflix mette a disposizione per le pellicole non è una buona scusa. Si può sorvolare sul fatto che un film di fantascienza non abbia dei buoni effetti speciali, se la trama funziona. Ma se la sceneggiatura è a opera del regista, come in questo caso, significa che le sue idee non sono state ascoltate (o apprezzate).

In conclusione: un soggetto degno di un buon noir, ma mal realizzato. Storia poco approfondita. Mi sarebbe piaciuto saperne di più.
Voto: 4.5


Grazie della lettura!

Se anche tu ami il cinema (e mangiare pop-corn) ti invito a seguirmi iscrivendoti alla newsletter e mettendo mi piace alla pagina Facebook!

Che il cinema sia con voi,
Martina.

2 commenti su ““Mute” di Duncan Jones | Occasione sprecata?

  1. Pingback: Il regista Duncan Jones annuncia che il suo prossimo film sarà un cinecomics – Il Viaggio nella Luna

  2. Pingback: I 5 migliori film tratti dai videogiochi – Il Viaggio nella Luna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: