Te lo consiglio io!

Smetto quando voglio, di Sidney Sibilia| Te lo consiglio io!

Prima opera per il regista Sidney Sibilia che racconta di un gruppo di ricercatori universitari che decidono di mettere su una banda di produttori e spacciatori di smart drugs.

Uscito nel 2013, è il rimo di una trilogia che comprendente i sequel Smetto quando voglio – Masterclass e Smetto quando voglio – Ad honorem, entrambi usciti al cinema nel 2017.


Una commedia intelligente e divertente che ha poco dell’impronta italiana, ma niente da invidiare ai blockbuster oltreoceano.
Rifacendosi a molti fenomeni americani, Sibilia prende spunto da serie tv come Breaking Bad o a thriller come Ocean’s Eleven di Soderbergh, ma aggiungendo un’ottima dose di comicità alla Agente Smart- Casino Totale, riuscendo comunque a risultare originale.

Una pellicola che si commenta un po’ da sola, il cui unico fine è quello di farvi divertire e ridere a crepapelle.

Smetto_quando_voglio.png

Un cast eccezionale, una sceneggiatura che riesce a portare comicità originale, una colonna sonora molto rock e un montaggio che alterna luci e ombre, scene rumorose a scene silenziose, in sequenze ritmate molto piacevoli.
La scelta di sovraccaricare il colore verde e di rendere i colori più brillanti rende il tutto più giovane ed elettrico, molto adatto a una pellicola del genere.

Niente male nemmeno i sequel, seppur non riescono a eguagliare la qualità del primo.

In sintesi: Sibilia prende il pretesto della crisi lavorativa e universitaria del nostro Paese per creare un’opera inedita e fuori dal comune, il cui unico intendo è quello di divertire.
Voto: 7

3 commenti su “Smetto quando voglio, di Sidney Sibilia| Te lo consiglio io!

  1. L’ho visto pure io due anni fa per caso. Ero molto diffidente perché mi sembrava davvero un copia-incolla di Breaking Bad, fortunatamente è risultato essere un ottimo prodotto che mi ha fatto ridere più di quanto mi sarei aspettato.
    Ho visto anche il sequel Masterclass (esilarante pure quello) e mi manca all’appello solo Ad Honorem.
    Menzione d’onore per il cast (molte facce note per chi ha visto Boris): azzeccatissimo.

  2. Carino Smetto quando voglio, lo vidi un paio d’anni fa e mi fece abbastanza ridere, specie la prima parte! Sa che è molto ispirato a Breaking bad, ma è un adattamento all’Italia in chiave comica riuscito.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: