Approfondimento

Annientamento: il film fantascientifico con Natalie Portman | Perché non uscirà al cinema?

Nelle sale americane uscirà il 23 febbraio (con pochissima promozione), mentre la versione internazionale sarà gestita da Netflix (dopo 17 giorni dall’uscita americana), poiché la Paramount non credeva che il film avrebbe riscosso molto successo (tradotto: non fa soldi).
Ora è uno dei film più attesi nel mondo.

Paramount go home, you’re drunk. 

coverlg.jpg

Proviene dall’acclamato regista Alex Garland (che ha realizzato Ex Machina ), ha una grande star femminile, Natalie Portman, ed è rivolto al tipo di pubblico adulto che la Paramount ha preso di mira negli ultimi anni con film come Fences, Allied, e The Big Short .
Solo che, questa volta, lo studio non sembra desideroso di essere associato al progetto.

La mossa ha anche profondamente deluso il regista che ha dichiarato di aver creato un film fatto apposta per il grande schermo.
Questo potrebbe spingere altri registi acclamati a decidere di non lavorare più con lo studio.

Qual è la logica alla base della decisione della Paramount?

Secondo The Hollywood Reporter la Paramount ha venduto i diritti internazionali per Annientamento dopo scarsi risultati dei test di screening l’estate scorsa; il film è stato dichiarato “potenzialmente troppo intellettuale” per il pubblico generale.

Basato sul best seller di Jeff VanderMeer, Annientamento segue una biologa (Portman) che si avventura, assieme al suo team, nella pericolosa Area X per scoprire cosa è successo a suo marito e al resto del gruppo di militari. In questo luogo i personaggi sperimenteranno in prima persona gli effetti di un misterioso fenomeno che si sta espandendo in tutti gli Stati Uniti. Nuovi paesaggi e creature mutanti popolano questa zona, che sembra governata da leggi evoluzionistiche completamente inesplorate.

Azione ricca di suspense e visioni surreali che sembrano non interessare una delle più importanti case cinematografiche mondiali.

L’ultimo film di Garland, Ex Machina, ha incassato 25 milioni di dollari e ha ottenuto una nomination agli Oscar come miglior sceneggiatura originale. Per lo studio indipendente A24, questo è stato un enorme risultato, ed è stato sufficiente a Garland per ottenere un contratto con la Paramount.
Ma a quanto pare lo studio voleva qualcosa di più mainstream da Garland.

La Paramount può usare i soldi dell’affare con Netflix per recuperare il budget del film (55 milioni di dollari), ma se Annientamento sarà un successo, lo studio non riceverà alcun incasso internazionale.
L’accordo, inoltre, mostra la mancanza di fiducia e di rispetto della Paramount nei confronti del regista che lo studio stesso ha assunto.
Uno dei massimi finanzieri dello studio, David Ellison, si è scontrato con Garland e col produttore Scott Rudin per delle riprese che avrebbero cambiato il finale e che il regista ha rifiutato di girare.
Rudin decide di sostenere il regista, anche perché possedeva lui il controllo e i privilegi sul prodotto finito.

Il fatto che Rudin abbia sostenuto il regista significa che Garland non poteva essere sostituito. Il regista ha già comunicato i suoi sentimenti negativi rispetto all’accordo (anche se ha riconosciuto che Netflix porterebbe il film a un numero ancora maggiore di spettatori). In un’intervista rilasciata a Collider nel dicembre 2017, il regista ha dichiarato di essere rimasto deluso dall’idea che la pellicola non sarebbe stata vista sul grande schermo in gran parte del mondo, incluso nella sua nativa Gran Bretagna. “Abbiamo realizzato il film per il cinema. Non ho alcun problema con il piccolo schermo … Ma dal mio punto di vista, e dal collettivo delle persone che lo hanno creato, è nato per essere visto su un grande schermo”.

annientamento.jpg

La decisione della Paramount è in parte motivata anche dalla politica interna. Annientamento è stato ordinato dal compianto Brad Gray, il precedente CEO dello studio, che è stato estromesso nel febbraio 2017 dopo una serie di flop. Il suo sostituto, Gianopulos sta cercando di mettere le cose in ordine dopo l’anno disastroso dello studio. Quasi tutti i grandi film della Paramount dell’anno scorso: Transformers 5, Baywatch, Ghost in the Shell e Monster Trucks… sono fallimenti finanziari.
Ma è raro che un film in uscita perda la distribuzione nelle sale a causa del fallimento di progetti passati non correlati.

È una versione estrema dello scontro tra il commercio e l’arte, che è stato ripetutamente messo in scena a Hollywood negli ultimi anni, anche se è raro che un tale dramma esploda dopo che il film è stato completato.

Fonte: The Atlantic 


E voi, cosa ne pensate? Eravate a conoscenza di questi “retroscena” legati al film?
Ma soprattutto… eravate a conoscenza dell’arrivo di questa pellicola fantascientifica?

Seguimi anche su Facebook!

 

5 commenti su “Annientamento: il film fantascientifico con Natalie Portman | Perché non uscirà al cinema?

  1. Pingback: Annientamento: Alex Garland non è interessato a un sequel – Il Viaggio nella Luna

  2. Pingback: Annientamento di Alex Garland | Recensione – Il Viaggio nella Luna

  3. io sinceramente non ne avevo sentito parlare, ma come tutte le pellicole di fantascienza mi interessa, quindi quando sarà a tiro ci farò un pensierino!

  4. Visto ieri il trailer per la prima volta (ma sto in Australia, vivo un po’ in una bolla). Non vedo l’ora!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: